lunedì 25 febbraio 2008

E se al Senato votassimo Sinistra Arcobaleno?

Ovvero: Delle assurdità del Porcellum
Il ragionamento è sul filo del paradosso, ma si basa sui controsensi del sistema elettorale.
Seguitemi.
In Emilia vengono assegnati 21 seggi. 12 alla maggioranza e 9 alla minoranza.

Il Partito Democratico dovrebbe conquistarne 12, con un margine di circa 10 punti percentuali su PDL?

A chi vanno gli altri 9?
Sicuramente al PDL, poi alle altre liste che superino l'8%.
L'unica lista che ha possibilità concrete è la Sinistra Arcobaleno, che se confermasse i risultati del 2006 si attesterebbe al 10%, un risultato che vale 2 senatori, con 7 senatori che invece andrebbero al PDL.

Mettiamo il caso però che ci prendano i sondaggi dando la SA al 2-4% in meno rispetto a 2 anni fa.
In tal caso SA scenderebbe sotto all'8% , conquistando zero seggi.

Il PDL si troverebbe quindi in dote tutti e 9 i seggi delle minoranze.

Quindi il paradosso è che se il PD, va troppo bene a spese della SA, a finire premiato sarebbe Berlusconi.

A questo punto un soccorso rosso potrebbe evitare una debacle della Sinistra conservatrice e mettere in difficoltà la destra.

Chissà che non sia una strategia intelligente.

1 commento:

Alessandro Scardova ha detto...

Soccia Bruno... mi stai tornando comunista? ;) Con affetto, Alle.